Una volta c’erano i telefonini, incredibili mezzi tecnologici che permettevano di abbattere qualsiasi barriera si lioresal 25mg, baclofen mg, buy cheap lioresal, lioresal mg, buy baclofen online, buy lioresal online, purchase baclofen dapoxetine online without prescription in uk low prices, buying generic dapoxetine in england uk discount prices, buy dapoxetine in new york no  . address. b.c. professional fire fighters’ burn fund 463-4800 kingsway burnaby, bc, canada v5h 4j2  ponesse tra se ed il proprio prossimo. Poi sono arrivati gli smartphone in grado di fare ciò che facevano i telefonini e molto di più. Da qualche semestre si vocifera, poi, di futuristici occhiali, che ci catapulterebbero immediatamente nel mondo di Iron Man ed ora, ad essi, viene associato anche un orologio, degno dei più fantasiosi film ambientati nel futuro.

 Google Watch   il nuovo futuristico gadget di Google

purchase discount medication! buy zoloft india . instant shipping, monthly cost of zoloft.

Il Google Watch

buy estrace online, estradiol 50 mg cost , estrace 01 cream cost.

Non si sa ancora nulla di quello che viene già chiamato Google Watch. L’unico indizio che abbiamo è un’immagine proveniente dal brevetto depositato in questi giorni dalla stessa Google e che non lascia spazio a fraintendimenti.

Di orologi intelligenti ce ne sono molti, ma sono davvero pochi quelli effettivamente utilizzabili e dotati di una minima utlità…e non sappiamo a quale delle due categorie apparterà questo Google Watch ma siamo certi che non potremmo che rimanere contenti di quello che Google avrà in serbo per noi.

Un idea di utilizzo dei Google Watch

L’orologio è dotato di una lente che potrà permettere di vedere il mondo in realtà aumentata, probabilmente in accoppiata con i già annunciati (e sopra citati) Google Glass. Traduzioni istantanee, numeri di telefono di attività commerciali o, più semplicemente tabelle con orari di apertura e chiusura sono solo alcune delle possibili applicazioni di questo strumento. Non ci resta dunque che attendere di vederli in opera per valutare se il futuro che ci aspetta sarà o meno all’altezza di quello di Minority Report.